All'associazione è stato conferito il secondo premio nazionale per la gestione dello spazio pubblico, nell'ambito della Biennale Spazio Pubblico 2013

04/07/17

Quale giardino nel Guasto?

Il Giardino è nato a metà degli anni settanta del secolo scorso per volontà dell’amministrazione comunale. La progettazione dell’architetto Rino Filippini ha mirato a dar vita ad uno spazio in cui verde e cemento si mescolassero per permettere esplorazioni, piccole avventure, incontri con lunghi serpenti (di cemento), giochi d’acqua, con particolare attenzione a bambini e ragazzi.Divenuto rapidamente luogo degradato e impraticabile per la cittadinanza a seguito delle vicende del 1977, il Giardino è rinato alla fine degli anni novanta per impegno congiunto dell’Associazione Il Giardino del Guasto (formata nel 1998 da famiglie e cittadini del territorio), dell’amministrazione comunale e del Quartiere san Vitale.

Dall’anno 2000 come Associazione ci siamo impegnati nella tutela del giardino e nella progettazione e organizzazione di attività rivolte in primo luogo ai bambini e ai ragazzi, ma anche di iniziative aperte a tutta la cittadinanza, sempre in collaborazione con le istituzioni pubbliche e costruendo reti di azione comune con altre associazioni del territorio. Il Giardino è inoltre spazio privilegiato per lo studio e la socialità degli studenti universitari.

La scelta di lavorare nel giardino non ha mai significato la volontà di occuparsi solo di quello spazio, ma piuttosto quella di partire da uno spazio specifico per aprire collegamenti e coordinamenti con il resto del territorio, cercando di bilanciare questo bisogno di creare un ponte verso il mondo esterno con il bisogno di sorvegliare un'area così fragile, tentando di costruire dentro e attorno al giardino una nuova comunità.

Dal 2000 ad oggi:

- Abbiamo effettuato e promosso la manutenzione degli spazi, delle piante e degli arredi.

- Abbiamo promosso l'incontro tra persone e famiglie diverse per cultura, provenienza, genere, generazione.

- Abbiamo promosso il gioco libero tra i bambini e la costruzione di legami tra gli adulti.

- Abbiamo promosso legami con bambini e cittadini di altri quartieri, di altre città, di altre nazioni.

- Abbiamo pensato che il bello fosse diritto di tutti e abbiamo coltivato artisti ed esposizioni artistiche.

- Abbiamo cercato strategie non violente per tenere lontano chi abusava del giardino e tutti coloro che non rispettavano le regole.

- Abbiamo lottato per 17 anni per rimuovere escrementi e rifiuti di ogni tipo

- Abbiamo coinvolto attivamente i bambini nella fioritura del futuro.



Sosteniamo l’esperienza del Giardino del Guasto e dell’Associazione


Chiediamo con forza che:

- i lavori di puntellamento del muro su via Belle Arti siano completati in tempi brevi.

- siano rapidamente individuate e risolte le cause che determinano l’inagibilità e vengano effettuati i necessari lavori di manutenzione straordinaria (acqua, vasche, arredi…).

- venga riconosciuta all’Associazione il Giardino del Guasto la gestione degli spazi del giardino per attività di promozione sociale, culturale e ambientale.

- l’Amministrazione supporti la piena riattivazione delle attività dell’Associazione e il rafforzamento delle condizioni di sicurezza in collaborazione con le forze dell’ordine.


Ora il Giardino è chiuso e ha bisogno di manutenzione straordinaria.

Dobbiamo restarne fuori…speriamo per poco. Speriamo di poter tornare presto, in piena legittimità e con l’aiuto di istituzioni e cittadini che concordino con il principio che la sicurezza è in primo luogo costruzione di legami, costruzione di fiducia, promozione delle nuove generazioni.



Se condividi tutto ciò, sostieni l’Associazione il Giardino del Guasto per festeggiare insieme la prossima riapertura del giardino.


Scrivici il tuo sostegno e le tue idee alla mail: ilgiardinodelguasto@gmail.com

Seguici: associazionegiardinodelguasto.blogspot.it
Facebook: www.facebook.com/giardino.delguasto

29/03/17

L'arte della zuppa

1 aprile dalle 14.00 

Realizzazione di due manifesti in preparazione del Festival Internazionale della Zuppa 2017 del 23 aprile
dai 3 ai 14 anni - partecipazione gratuita

      



Tutti gli artisti dai 3 ai 14 anni sono invitati alla progettazione e realizzazione di due manifesti per promuovere il tradizionale Festival Internazionale della Zuppa, che quest'anno si svolgerà domenica 23 aprile a Bologna, lungo via Salgari (Pilastro).

Inizio operazioni alle 14 nella piazzetta di Largo Respighi

I manifesti verranno esposti dalle 17.30 negli spazi riservati ai manifesti del CHEAP festival in via Irnerio, presso il giardino botanico

A cura di Antonella Tandi e Valentina Dalbo